LA DECADENZA DI VENEZIA? TUTTA COLPA DELLA DONNA. NE È SICURO ANGELO MARIA LABIA

donne veneziane

 

 

Se fusse ditator in sta città

una gran cossa mi vorria coreta;

levada questa, la sittà zè neta

come la giera sinquantanni fa.

 

La cossa che el paese ha rovinà

ch’el publico e ‘l privato ognora infeta

zè la dona, la dona assai scoreta

quanto zè un pelaton (puledro indomito) caldo e sbocà.

 

Onestà, patrie legi e religion,

sta dona s’ha petà su le culate,

par viver da Madama Scavezzon (alla scavezzacollo).

 

Par frenarla vuria che fusse fate

a San Servolo (manicomio) certe abitazion

e la mi mandarave le più mate.

 

O casete adorate,

o San Servolo, santo taumaturgo,

vu sol saressi de Venezia el purgo.

 

 

Angelo Maria Labia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: