TEMPERATURA IDEALE DA TENERE IN CASA PER IL BENESSERE DEL CORPO

radiatore-1000

 

Consigli e benefici di un corretto riscaldamento domestico

 

Affrontare bene l’inverno non significa solo saper gestire la temperatura esterna, ma anche e soprattutto regolare quella all’interno delle pareti domestiche. Il tepore casalingo di ritorno dal lavoro è senza dubbio una sensazione piacevole, ma dobbiamo stare attenti a non esagerare. Il rischio infatti non si annida solo nella bolletta del gas. Microclimi sub-tropicali in salotto hanno pesanti ripercussioni economiche, ambientali e di salute. Ecco allora alcune considerazioni sulla temperatura ideale da tenere in casa durante l’inverno.

Corretta temperatura stanza per stanza

La normativa nazionale in termini di riscaldamento, sia centralizzato che autonomo, stabilisce che in appartamenti, scuole e uffici non debbano esserci più di 20˚ (con 2 gradi di tolleranza). Ovviamente si dovrebbe tenere conto anche della percentuale di umidità (del 60% con 20˚), della temperatura esterna, dell’età e dello stato di salute dell’individuo. Tuttavia, si può affermare che con questa condizione termica si raggiunge un giusto equilibrio climatico.

 

In particolare:

  • Il soggiorno può essere sempre mantenuto su questa temperatura ideale. Si tratta infatti della zona della casa in cui si trascorre buona parte del tempo fermi o comunque seduti.
  • In cucina invece bisogna considerare l’utilizzo di forno e fornelli, che contribuiscono a riscaldare la stanza. Pertanto sarebbero sufficienti 17-18 gradi centigradi.
  • La camera da letto, infine, andrebbe mantenuta più fresca di tutte le altre (intorno a 16˚) per garantire un corretto riposo. Temperature troppo alte, infatti, possono creare non pochi disturbi durante il sonno.

 

All’atto pratico, riscaldamento più basso significa anche minore sensibilità al freddo esterno, scongiurando pericolosi sbalzi termici. L’obiettivo non è certo quello di arrivare a battere i denti, quanto semmai di evitare le maniche corte a dicembre.

 

I benefici di una temperatura ideale

  • Sistema immunitario più forte, difese naturali più alte e quindi meno “malanni di stagione”;
  • Consumi più bassi significa anche un bel risparmio in bolletta, che di questi tempi non guasta di certo;
  • Diminuendo lo sbalzo termico si riducono anche gli effetti dannosi su cute e capelli (secchezza, rossori, irritazioni);
  • L’organismo viene stimolato a bruciare più calorie, persino a riposo;
  • Si riducono i disturbi respiratori e di circolazione sanguigna e linfatica (la parola cellulite vi dice niente?);

Ultimo, ma non certo per importanza, minore inquinamento e quindi maggiore tutela dell’ambiente.

 

Fonte: http://www.beautyportale.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: